Museo di Arte Contemporanea e dell'900

it | en | fr |

Laboratori didattici per le scuole

Scuole secondarie di Primo e Secondo grado 2016-2017


Laboratori › Scuole secondarie di Primo e Secondo grado 2016-2017

Colori in libertà


L'attività intende trasmettere i linguaggi e le tecniche dell'arte astratta attraverso la sperimentazione di un approccio emozionale e liberatorio ad una pittura apparentemente senza regole. In classe verranno mostrate immagini che ripercorrono l'evoluzione dell'arte astratta dall'Espressionismo Astratto americano all'informale, dall’Action Painting al Suprematismo. Nell'incontro al museo gli alunni potranno mettere a confronto i temi affrontati in classe con le opere esposte e sperimentare in prima persona gesto, segno, colore e movimento con composizione artistica su grande tela.
Modalità: primo incontro in classe (1 ora ), secondo incontro in un museo (2 ore).


L’ arte, la musica e i suoi protagonisti


Il percorso ha l'obiettivo di introdurre agli linguaggi artistici contemporanei attraverso esperienze multisensoriali. Musica, forme, colori, linee si contaminano tra loro assumendo nuove modalità comunicative. Ispirati dal linguaggio elaborato da Kandinsky nello Spirituale dell'arte, si cercherà di cogliere il gioco di rapporti, di linee, forme, suoni e colori, attraverso cui si costruisce il senso di un particolare dipinto. In classe si ripercorrerà la storia di quei movimenti artistici in cui resa pittorica e musica divengono fattori indivisibili. Al museo, a seguito della visita alla collezione, verrà realizzato un manufatto sulle note di una musica ispiratrice.
Modalità: primo incontro in classe (1 ora ), secondo incontro in un museo (2 ore).


Quadri in 3D


Obiettivo del percorso è favorire l'evoluzione del linguaggio figurativo scegliendo un “genere” pittorico come il paesaggio o il ritratto, facilmente riconoscibile anche nella vita quotidiana per l'apprendimento di alcune delle correnti artistiche contemporanee più importanti; far sperimentare la differenza tra i vari materiali e la resa tridimensionale dello spazio pittorico e delle forme che lo compongono. Durante l'ora di lezione frontale verranno mostrate immagini di paesaggi o ritratti nelle varie epoche storiche, per spiegare come il linguaggio artistico si evolve pur rappresentando lo stesso genere di soggetti. Verranno mostrate anche opere presenti nel museo che gli alunni dovranno riconoscere e descrivere nell'incontro successivo. Al museo, lavorando per gruppi, verranno scelte opere di paesaggio o di ritratto presenti in mostra e verranno rappresentati nella terza dimensione tramite lo sviluppo di solidi ridisegnati di forme, colori e materiali differenti ed elementi della natura, che poi saranno incollati su una superficie solida. Si sceglieranno correnti artistiche differenti tra loro per evidenziare meglio le differenze e la resa della realtà e dello spazio.
Modalità: secondaria di primo grado; primo incontro in classe (1 ora ), secondo incontro in un museo (2 ore).


Pubblicizzati


Obiettivo del percorso è introdurre al linguaggio comunicativo dell'arte e della pubblicità; far comprendere il ruolo dell'artista nel circuito arte-mezzi di comunicazione; far riconoscere il ruolo della pubblicità all'interno della nostra società. Nell'incontro in classe verranno spiegati i concetti della Pop Art con esempi dei più grandi artisti e ponendo attenzione sull'uso del fumetto. Sulla base di quanto spiegato verrà affidato agli alunni un compito che dovranno svolgere in classe e/o a casa che troverà il suo completamento al museo. Al museo verrà rielaborata la foto del bambino (scattata in classe) attraverso un collage di elementi ripresi da famosi fumetti del passato e del presente.
Modalità: secondaria di primo grado; primo incontro in classe (1 ora ), secondo incontro in un museo (2 ore).


Cronache di un’epoca


Il laboratorio prende spunto dallo sviluppo del linguaggio della comunicazione nel corso del tempo per arrivare alla comprensione del ruolo dell'artista e dell'arte nei mezzi di comunicazione contemporanei. Nell'incontro in classe verranno presentate le varie forme di comunicazione di massa e la loro evoluzione nel tempo: dal codice miniato all’avvento di Facebook. Al museo gli alunni potranno giocare con il tempo e la storia sviluppando o una miniatura in chiave moderna o un articolo di giornale con fatti e misfatti medievali.
Modalità: primo incontro in classe (1 ora ), secondo incontro in un museo (2 ore).


Segno inciso- punta secca


Il laboratorio si propone di ottenere la riproduzione di segni che richiamano le tecniche pittoriche e del disegno attraverso la tecnica dell'incisione calcografica. In classe verranno presentati gli strumenti di lavoro mostrati alcuni esempi di stampa. Gli alunni potranno scegliere e riportare un disegno sulla grande lastra che incideranno insieme, a turno, nel corso dell'incontro a scuola. Al museo, dopo la visita alle opere della collezione legati alla tematica verrà realizzata la stampa della lastra incisa.
Modalità: classi quarte e quinte; primo incontro in classe (1 ora ), secondo incontro in un museo (2 ore).


Paesaggio urbano, paesaggio della nostra città


Laboratorio didattico legato allo studio del paesaggio urbano riletto in chiave contemporanea. Nel primo incontro in classe verranno presentati esempi di pitture legati al genere paesaggistico urbano. Al museo, ispirati dalle opere di Paul Klee e degli artisti presenti nella collezione Renatico Martini, si rifletterà sui colori: caldi e freddi, complementari, primari e secondari. Pennarelli e acquerelli, infine, daranno le forme allo skyline della nostra città.
Modalità: secondaria di primo grado; primo incontro in classe (1 ora ), secondo incontro in un museo (2 ore).


Trame di Natura morta


Laboratorio di disegno dal vero ispirato agli oggetti della realtà quotidiana. In classe verrà introdotto il genere pittorico della natura morta. Al museo gli alunni dopo aver riprodotto un oggetto prescelto, potranno cimentarsi nella sua decorazione con fantasiose trame ispirate al mondo della natura.
Modalità: secondaria di primo grado; primo incontro in classe (1 ora ), secondo incontro in un museo (2 ore).

 

Il Futurismo e la guerra


Ripercorriamo il movimento artistico del futurismo, che più incarna gli ideali di guerra come igiene del mondo, il militarismo e il patriottismo. Nell'incontro in classe verrà fatta una breve analisi del movimento del futurismo e verranno presentati gli artisti e le loro principali opere. Verrà analizzata la tecnica pittorica futurista, caratterizzata dall'unione del linguaggio cubista con quello divisionista, con in più la ricerca del movimento, per mezzo delle linee di forza. Proprio sulle linee di forza è previsto un piccolo esercizio grafico, al termine della lezione teorica. Al museo verrà realizzata un'opera futurista.
Modalità: primo incontro in classe (1 ora ), secondo incontro in un museo (2 ore).


Caccia all’opera. Viaggio nel tempo al museo


Una caccia al tesoro all'interno del museo. Divisi in due squadre, con alcuni oggetti d'esplorazione, gli alunni dovranno trovare alcune opere in base agli indirizzi dati e che troveranno nel percorso: un modo ludico per interagire attivamente e conoscere il museo, per osservare attentamente le opere esposte, suscitare curiosità e appassionare all’arte.
Modalità: secondaria di primo grado; un unico incontro in un museo (2 ore).

Poesia visiva e l’arte del collage

La valenza della scrittura, l'importanza delle parole, il componimento poetico, la letteratura che si unisce all'arte pittorica, fotografica: in entrambi i casi si tratta di segni. Conoscere l'uso dell'importanza di questi e adoperarli come strumenti artistici. Tramite determinati artisti, sperimentare più medium e tecniche insieme, creando un'opera con materiali di riciclo, che possa spaziare e trasformarsi in letture multiple.
Modalità: secondaria di primo grado; primo incontro in classe (1 ora ), secondo incontro in un museo (2 ore).


Paesaggi di acqua e polvere


Excursus sull'affresco ed i paesaggi dipinti con questa tecnica: esempi di paesaggi affrescati nelle chiese e nelle ville della Valdinievole: realizzazione di un piccolo affresco su un pezzo di laterizio.
Modalità: primo incontro in classe (1 ora ), secondo incontro in un museo (2 ore).


Alla scoperta del collage


Il collage è stata una delle tecniche prodotte dalle avanguardie artistiche all'inizio del ‘900. È stato usato da Picasso, dagli artisti Dada e surrealisti. Il laboratorio procederà in due fasi: nella prima parte saranno mostrati esempi di collage e si confronteranno le impressioni suscitate nella classe; nella seconda parte, gli alunni si cimenteranno nella creazione di un collage, usando materiali diversi colorati, fotocopie e pezzi di riviste giornali.
Modalità: primo incontro in classe (1 ora ), secondo incontro in un museo (2 ore).


I confini del Pianeta


Abbiamo iniziato il secolo scorso con 1,6 miliardi di esseri umani e lo abbiamo concluso superando i 6 miliardi. Immaginate a quali pressione crescente abbiamo sottoposto sistemi naturali del nostro pianeta. Per questa ragione è bene tenere a mente i “Planet Boundaries” (confini planetari) elaborati da 29 scienziati tra i maggiori rappresentanti della scienza del sistema terra e dell'assenza della sostenibilità. Questi “confini planetari” evidenziano i nove più grandi problemi del pianeta che sono: il cambiamento climatico, perdita della biodiversità, l'acidificazione degli oceani, la riduzione della fascia di ozono, la modificazione del ciclo biogeochimico dell'azoto e del fosforo, l'utilizzo globale di acqua, i cambiamenti nell'utilizzo del suolo, la diffusione di aerosol atmosferici, l'inquinamento dovuto a vari prodotti chimici antropogenici. Saranno distribuite ai ragazzi schede fotocopie sul tema. Divisi gruppo di lavoro, i ragazzi saranno invitati, seguiti al dall'educatore museale, a dare forma in un racconto al mondo e alla città del prossimo futuro.
Modalità: primo incontro in classe (1 ora ), secondo incontro in un museo (2 ore).


Luogo comune


Luogo comune sta a significare sia spazio condiviso, spazio di tutti, che pregiudizio. È il problema che abbiamo con l'immigrazione e la multiculturalità, quando dobbiamo passare dal pregiudizio al luogo comune come condivisione. Ci sono oggetti, racconti, usanze, modi di raffigurare forme d'arte molto diverse nei vari paesi del mondo. L'educatore museale dovrà prendere spunto da queste suggestioni per invitare gli studenti a disegnare e definire una Tavola del Mondo Ideale, in cui tutti siano insieme.
Modalità: primo incontro in classe (1 ora ), secondo incontro in un museo (2 ore).


Arte sui muri: dai graffiti alla Street Art


Obiettivo del laboratorio è fornire ai ragazzi gli strumenti per leggere il fenomeno del Graffitismo dalla sua genesi nell'America degli anni ‘70 alla sua esplosione nel mondo dell'arte. Si punterà sulla sua attuale ambivalenza, tra trasgressione e forma d'arte ormai riconosciuta con la Street Art. Saranno mostrati esempi positivi di “graffitismo responsabile” in cui l'arte dei graffiti decora spazi concessi dalle città nell'ambito della riqualificazione di spazi degradati.
Modalità: primo incontro in classe (1 ora ), secondo incontro in un museo (2 ore).


Una poesia da guardare


Una poesia si legge, un quadro si osserva. Si può fare una poesia da guardare un quadro da leggere? L'educatore presenterà esempi di opere di poesia visiva, mostrando come immagini e parole siano coniugate insieme in modo sorprendente. I ragazzi saranno poi coinvolti nella realizzazione della loro “poesia visiva”.
Modalità: primo incontro in classe (1 ora ), secondo incontro in un museo (2 ore).

GALLERY

NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere gratuitamente sulla tua email inviti ai nostri eventi, aggiornamenti e novità

Informativa PRIVACY | Se invece vuoi cancellare la tua iscrizione clicca qui